Prevenire é meglio che curare: le otturazioni in ossido di zirconio

Quando i pazienti si rivolgono al proprio dentista di fiducia per curare una carie dentale, oggigiorno preferiscono sempre di piú delle otturazioni prive di metallo come gli ipoallergici intarsi in porcellana o in ossido di zirconio (zirconia), e sostituire le vecchie otturazioni in amalgama, cause di allergie e fenomeni d’intolleranza. La struttura esterna di una corona con intarsio in zirconia e simile a quella di qualsiasi altra corona, e la differenza che rende queste corone speciali consiste invece proprio nella loro struttura interna. Una corona é di base una struttura interna che corrisponde alla struttura interna di una casa o di una macchina, e l’involucro esterno é fuso a questa struttura.  La base interna della corona é preparata con  ossido di zirconio, un materiale alquanto particolare. Si tratta di un minerale che non si trova in natura, deve essere sintetizzato in laboratorio e deriva dallo zircone, un minerale  che puó essere trovato nella maggior parte delle montagne.  Lo zircone é lo stesso materiale adoperato per creare gioielli con diamanti non autentici e per imitare altre pietre preziose.  L’ossido di zirconio é la versione ossidata di questo minerale, tramite un procedimento che avviene solamente in un laboratorio odontoiatrico. Per questo motivo questo tipo di corona é molto dispendioso, sia perché bisogna disporre del minerale sia perché é necessario lavorarlo in laboratorio.

sorridere

I benefici degli intarsi in ossido di zirconio

Per ragioni meramente estetiche le otturazioni in ossido di zirconio sono definitivamente piú belle, in quanto hanno un colore simile a quello dei denti sani che si mantiene nel tempo, sono infatti resistenti, e durano mediamente dai cinque  ai dieci anni. La luce che passa attraverso l’intarsio, rendendolo molto luminoso, regala agli occhi la piacevole sensazione di vedere un dente che sembra vero, e per questo motivo questo tipo di otturazione é assolutamente indistinguibile dai denti naturali sani.

foto: 1.

Tags: , ,