Il 51% degli Italiani non é andato dal dentista l’anno scorso

Andare regolarmente dall’igienista dentale o usare lo spazzolino elettrico non sembrano scelte abbracciate dagli italiani. Secondo un’indagine condotta dall’Osservatorio Sanità di UniSalute, la compagnia del gruppo Unipol specializzata in assistenza e assicurazione sanitaria, il 51% degli intervistati non si è recato a fare alcun controllo negli ultimi 12 mesi.

Di questi, il 32% ha specificato di essersi disinteressato ad ogni attività di prevenzione e che si recherà dal dentista esclusivamente solo quando costretto, perché preda di un forte dolore.

Tra questi, uno su dieci ha dichiarato di non averlo fatto a causa dei costi ritenuti troppo elevati, percentuale che sale al 15% nella fascia 30-34 anni.

Forse questa puo essere la raggione per una data molto interessante. Secondo l’Organizzazione mondiale della salità, inoltre, ad ogni cittadino italiano maggiorenne mancano in media 0,5 denti, a chi ha tra 35 e 44 anni ne mancano 1,54, fino ai 65 anni ne mancano 13,4 e agli over 65 (fino a 74 anni) mancano in media 18,8 denti.

In particolare, quasi il 60% degli intervistati non si reca mai dall’igienista dentale. A farlo una volta all’anno è il 18% e due il 20%. Il punto è che soltanto il 40% del campione identifica il proprio igienista dentale come la figura professionale in grado di tenere sotto controllo e curare la salute della propria bocca. Bilanci negativi anche per quanto riguarda gli strumenti di igiene orale adottati. L’82% del campione preso in esame usa il tradizionale spazzolino anziché quello elettrico, raccomandato per la sua maggiore efficacia proprio dal Ministero della Salute.

Infine un dato geografico: a trascurare maggiormente l’igiene dentale sono soprattutto le persone che abitano nel Sud dell’Italia e nelle isole. Il 63,85% di questo target, infatti, non si reca ”mai’ dal dentista o dall’igienista, mentre al nord est lo fa il 53,89% degli intervistati.

Il 25,93% non ritiene fondamentale la figura dell’igienista, mentre ad essere della stessa idea al nord est è il 18,67%. E ancora: il 2,04% non fa distinzioni tra lo spazzolino tradizionale e quello elettrico, mentre al nord ovest la pensa nel medesimo modo lo 0,75% delle persone interpellate.

Lo studio – condotto in collaborazione Professional Oral Health Procter&Gamble – ha preso in esame un campione di mille italiani, di età compresa fra i 20 e i 69 anni, e tutti equamente distribuiti nell’arco del territorio nazionale.

Be Sociable, Share!

Tags: ,