Dentista e dintorni…

Secondo la credenza popolare si dovrebbe aspettare almeno mezz’ora prima di lavarsi i denti per non danneggiare lo smalto dentale, ma anche questo mito é da sfatare. L’Associazione nazionale dentisti italiani, spiega, infatti, che lo spazzolino, il dentifricio e il filo interdentale  devono essere utilizzati immediatamente dopo il consumo dei pasti, in quanto costituiscono gli strumenti necessari e indispensabili per  ridurre la proliferazione dei batteri del cavo orale che approfittano dei residui di cibo. Lo zucchero è un terreno di coltura eccezionale per i batteri e il rischio di carie dentale dipende proprio dal tempo in cui lo zuccheo rimane attaccato alla superficie dei denti.

Una corretta igiene orale

Esistono dei cibi che possono essere associati a una corretta igiene del cavo orale. Mangiare più fibre é infatti consigliabile, mentre limitare il consumo di dolci e bevande  gassate fredde é indispensabile.  Lo spazzolino poi é lo strumento di base per spazzolare via subito dopo i pasti qualsiasi residuo di cibo. Deve essere cambiato ogni tre mesi, e se è stato usato troppo energicamente prima dei tre mesi le setole dello spazzolino appaiono rovinate e  inclinate verso il lato della testina, e bisogna quindi comprarne uno nuovo. Sono da preferire gli spazzolini con le setole medie perché piú delicate, con quelle dure si rischia infatti con movimenti scorretti di provocare usure e abrasioni alle gengive sensibili, le setole morbide sono invece consigliate quando é presente un’infiammazione gengivale.  Anche quando si é momentaneamente fuori casa, e non si ha a disposizione né spazzolino né dentifricio, si può cercare di ovviare con una gomma da masticare arricchita di fluoro. La masticazione fa aumentare la salivazione e in bocca si crea un ambiente acido che neutralizza i batteri.

Igene orale

Conclusioni: il turismo dentale in Ungheria

Una visita di controllo dal dentista a cadenza semestrale, e almeno una volta all’anno una seduta di igiene ambulatoriale per rimuovere il tartaro costituiscono le fondamenta della prevenzione dentale.  Lavare i denti regolarmente è infatti fondamentale ma non elimina i problemi dentali. Solo il dentista può individuare anche la placca e il tartaro che si nascondono sotto la gengiva, che con il tempo provoca la malattia parodontale.  Una mancata prevenzione e dei trattamenti dentali procrastinati per ragioni economiche causano molti danni alla salute dei denti. Se si desidera risparmiare con la cura dei denti e allo stesso tempo avere garantita la qualitá del servizio offerto, una nuova possibilitá é offerta dal turismo dentale low cost. L’Ungheria rappresenta in Europa una delle destinazioni internazionali in posizione leader, qui é possibile sottoporsi ad eccellenti trattamenti odontoiatrici operati da dentisti professionisti altamente qualificati, a prezzi low cost decisamente competitivi.

image: 1.

Be Sociable, Share!

Tags: , ,