Appunti di implantologia dentale

Con il termine medico edentulismo o edentulia si indica la mancanza totale o parziale di denti, che rappresenta un problema molto diffuso e imbarazzante per i notevoli disagi che causa sia dal punto di vista estetico che funzionale. Nel corso degli ultimi anni l’implantologia ha raggiunto degli eccellenti risultati, servendosi delle tecniche all’avanguardia dell’odontoiatria moderna, nonché dei materiali più pregiati per riabilitare i pazienti affetti da edentulismo.

Prima dell’intervento…appunti

Prima dell’intervento il dentista valuterà le condizioni di salute generale del paziente, la densitá ossea disponibile e la qualità del tessuto osseo. L’implantologo fornirà inoltre al paziente precise informazioni sullo stato del suo apparato masticatorio, indicando le possibilità terapeutiche e gli eventuali rischi correlati all’intervento. É un diritto del paziente e un dovere dell’implantologo informare sul trattamento di implantologia e di tutte le possibili conseguenze. Qualora non sussistano controindicazioni all’intervento e dopo aver chiesto il consenso scritto al paziente, lo specialista può procedere all’inserimento dell’impianto dentale.

L’intervento di implantologia

Gli impianti dentali sono inseriti nell’osso mascellare o mandibolare: una radice sintetica sará posizionata nell’osso sottostante la gengiva e sopra di essa sará inserito un dente nuovo. L’operazione chirurgica risulta indolore, ma può essere effettuata anche con l’utilizzo di un’anestesia locale, o nei casi piú gravi dell’analgesia sedativa,  una miscela a base di protossido di azoto. Il dentista puó prescrivere al paziente l’assunzione di antibiotici e antinfiammatori per alleviare eventuali piccoli disagi postoperatori. La riuscita estetica e funzionale degli interventi implantologici é generalmente garantita, e la durata di ogni impianto è potenzialmente molto lunga. Il paziente gioca comunque un ruolo decisivo per garantire il buon esito del trattamento di implantologia, seguendo, infatti, le indicazioni fornite dal proprio dentista e adottando un regime alimentare sano, uno stile di vita e un’igiene orale adeguati, puó  contribuire nel mantenere gli eccellenti risultati conseguiti grazie all’intervento.

Soggetti a rischio

Fra le più comuni controindicazioni agli interventi di implantologia dentale citiamo le gravi anemie, l’osteoporosi, le cardiopatie, il diabete, le coagulopatie e, più in generale, le malattie andranno comunque valutate dall’implantologo prima del trattamento. L’intervento implantologico è sconsigliato anche nel caso in cui un paziente stia attraversando un periodo di intenso stress psicofisico, e alle donne incinte. Possibili altre controindicazioni possono derivare da una pessima igiene orale. Gli impianti dentali, infatti, necessitano di un’igiene orale molto scrupolosa in quanto riduce considerevolmente  il rischio di infezioni.

image: 1.

Be Sociable, Share!

Tags: , ,