Archive for July, 2014

La diagnosi precoce delle malattie nelle mani nel dentista

Monday, July 28th, 2014

Il diabete

Il diabete non diagnosticato o la diagnosi errata del diabete già in corso lasciano dei segni visibili in bocca. I pazienti affetti da diabete hanno tre, quattro volte in piu’ la probabilità di contrarre malattie orali. Anche se, con una cura adeguata e continua, i diabetici possono naturalmente ottenere gli stessi risultati di una buona igiene orale, garantiti ai soggetti sani.

L’osteoporosi

L’osteoporosi e la perdita dei denti vanno di pari passo, perché questa malattia comporta la perdita di minerali essenziali per mantenere i denti sani. Dal momento che l’osteoporosi rende le ossa fragili, non è una sorpresa che la mandibola, e quindi i denti e il cavo orale siano coinvolti. Questa malattia colpisce di solito le donne, nei primi anni dell’adolescenza, durante la gravidanza e anche nel periodo della menopausa.

diagnosi

Le malattie cardiache

Le gengive gonfie e le infiammazioni intorno ai molari e ai denti del giudizio possono essere un sintomo per diagnosticare precocemente le malattie cardiache. Il tartaro trovato sui denti di solito corrisponde alla placca ritrovata nelle valvole cardiache e nelle pareti delle arterie indurite.

Vitamine e farmaci

Le carenze vitaminiche possono essere individuate nella bocca. Le carenze di ferro portano alla secchezza della bocca e all’indurimento della lingua. Le gengive sanguinanti sono un segno comune di carenza di vitamina C, mentre la mancanza di vitamina D porterà a problemi alla mandibola e alla masticazione. Anche alcuni farmaci possono causare malattie dentali, antidepressivi e farmaci presi per la pressione alta, così come gli antistaminici presi per le allergie.

foto: 1.

Uffa, la mia bocca non e’ di ferro!

Monday, July 21st, 2014

L’ortodonzia e’ il settore dell’odontoiatria che si occupa della diagnosi, della prevenzione e della cura delle malocclusioni, prodotte da anomalie della posizione e dello sviluppo dei denti (disallineamento dentale) e da alterazioni costituzionali delle ossa mascellari e mandibolari.

Il fine dell’odontoiatria e’ correggere lo scoretto combaciamento fra l’arcata dentaria superiore (mascellare) e quella inferiore (mandibolare),  per promuovere il raggiungimento di un equilibrio ottimale fra correttezza della masticazione, salute dentale, estetica del sorriso del paziente.

I trattamenti per l’allineamento dei denti sono una cosa delicata. Ecco perché di solito i pazienti, che spesso hanno il timore di essere visti solo come delle brutte bocche di ferro,  rivolgono molti quesiti agli specialisti prima di sottoporsi a tali trattamenti. Con questo articolo ci proponiamo di aiutare i pazienti che hanno bisogno dell’apparecchio ortodontico, per acquisire informazioni direttamente dall’ortodontista.

Gli apparecchi provocano dolore?

Possono essere un po’ dolorosi. Il dolore comunque non risulta essere eccessivo o intollerabile, se invece persiste vuol dire che c’è qualche problema. Una volta applicati, gli apparecchi ortodontici devono essere stretti o comunque regolati ogni mese in modo da allineare i denti. All’inizio del trattamento l’apparecchio può provocare un po’ di dolore che in genere si attenua nel giro di pochi giorni. In definitiva una volta applicato, l’apparecchio può eventualmante causare un po’ di  fastidio, ma in generale nulla di insopportabile.

di ferro

Quando è necessario l’apparecchio?

Lo scopo principale dell’ortodonzia è correggere la posizione dei denti. A parte i rari casi nei quali occorre allineare la dentatura non è detto che il paziente abbia bisogno di un apparecchio anche se i suoi denti non sono perfettamente dritti. I trattamenti ortodontici mirano, come e’ stato spiegato all’inizio, ad effettuare correzioni estetiche o a rendere più facile la pulizia quotidiana dei denti. La cattiva posizione di questi ultimi può avere effetti sulle mandibole e causare diversi problemi nel tempo. L’ortodonzia ha lo scopo di ridurre la portata di questi problemi.

Le donne in attesa possono mettere l’apparecchio?

I fastidi che possono derivare dalla presenza dell’apparecchio non hanno conseguenze sul feto né sono in grado di condizionare lo stato di salute della paziente. Condizioni importantissime dal momento che la futura mamma ha bisogno di tutte le sue energie per far crescere il bimbo o la bimba che ha in grembo. I metalli usati in ortodonzia non hanno effetti negativi sulla gravidanza. In più, secondo la medicina moderna, ricorrere all’ortodonzia contribuisce alla salute delle donne in attesa.

C’è un’età oltre la quale non si può usare l’apparecchio ortodontico?

A rigore non c’è un’età a partire dalla quale non vale più la pena di ricorrere all’ortodonzia. Se una persona ha un problema di allineamento dei denti può rivolgersi all’ortodontista. Bisogna però ricordarsi che le ossa degli individui adulti sono più difficili da trattare e più fragili di quelle dei bambini e dei giovani, quindi più si aspetta e piú tempo sará necessario per allineare i denti.

foto: 1.