Archive for March, 2013

Quanto conosciamo i nostri denti?

Tuesday, March 12th, 2013

Un ottimo stato del cavo orale si ripercuote positivamente sulla salute di tutto il corpo.  Sappiamo, infatti, che avere una quotidiana e corretta igiene orale, mantenendo sempre sotto controllo le condizioni delle gengive e dei denti, aiuta a prendersi cura di noi stessi. Alcune delle nostre abitudini o attivitá giornaliere possono peró alterare questo naturale equilibrio.

  • Milioni di persone possono rompersi un dente semplicemente masticando una  noce.
  • Il bruxismo, ossia il digrignamento dei denti, dovuto alla contrazione della muscolatura della mandibola può produrre alterazioni profonde dei denti, che perdendo lo strato di smalto dentale, possono determinare l’insorgenza di carie.  E a lungo termine si possono verificare delle fratture o perdite di denti.
  • denti-bianchiI baci possono essere la causa di carie dentali. La saliva puó essere, infatti, il veicolo di batteri che, passando da una bocca all’altra, favoriscono il proliferare della placca batterica.
  • L’utilizzo continuo di farmaci antidepressivi puó intaccare lo smalto dei denti.
  • Gli ormoni della gravidanza possono causare o addirittura aggravare dei problemi ai denti e alle gengive. Esiste inoltre una correlazione tra gengiviti e parto pretermine.
  • La bulimia e i problemi di riflusso possono distruggere lo smalto dentale.
  • Le bevande gassate e quelle a base di acido citrico possono determinare la corrosione dello smalto dentale e l’insorgenza di carie.
  • Per eliminare la proliferazione dei batteri che causano l’alitosi bisogna necessariamente spazzolare bene superficie della lingua.
  • L’acqua clorata delle piscine intacca lo smalto dentale.

Questi problemi dentali possono essere risolti con degli appropriati trattamenti estetici, come lo sbiancamento dei denti, oppure con degli interventi di chirurgia odontoiatrica.

Il turismo dentale

La prevenzione é la chiave per la tutela della propria salute. Sottoporsi a delle regolari visite dentistiche potrebbe peró essere molto dispendioso, e per questo motivo, se si desidera risparmiare, e allo stesso tempo avere garantita la qualitá del trattamento dentistico, é possibile affidarsi al turismo dentale low cost. L’Ungheria é una delle piú popolari destinazioni del turismo dentale, con degli eccellenti trattamenti odontoiatrici a prezzi low cost.

foto: 1.

Il tuo consulente di fiducia in gravidanza: il dentista

Friday, March 8th, 2013

Il fisiologico cambiamento ormonale che vivono le donne, durante  l’intero periodo di gravidanza, influisce notevolmente anche sulla salute dei denti della futura mamma. Senza un’adeguata prevenzione e i dovuti controlli odontoiatrici, gli ormoni della gravidanza possono causare o addirittura aggravare dei problemi ai denti e alle gengive e viceversa. Gli ormoni rendono le gengive piú sensibili, che tendono spesso a gonfiarsi, infiammarsi e  a sanguinare, diventando terreno fertile per la placca dentale. Alcune malattie gengivali potrebbero essere associate ad alcune complicanze in gravidanza.

gravidanza-denti

I problemi dentali in gravidanza

Particolari esami di diagnosi come le radiografie sono da evitare, e sono da posticipare a dopo il parto per maggiore sicurezza, ma dei sistematici controlli dal dentista,  ed eventuali trattamenti dentali, associati a un’accurata  e corretta igiene orale sono importantissimi, e vivamente consigliati durante  tutto l’arco dei nove mesi. In Ungheria, per esempio, almeno una visita odontoiatrica é obbligatoria durante la gravidanza a scopo preventivo. Secondo alcune ricerche mediche esiste una correlazione tra gengiviti e parto pretermine. I batteri responsabili dell’infiammazione alle gengive potrebbero, infatti, attaccare il feto e stimolare il parto, entrando nella circolazione sanguigna, oppure potrebbero attivare il sistema immunitario, causando un’infiammazione all’utero e alla cervice, che potrebbe in questo modo provocare il parto. Le gengiviti trascurate possono degenerare in periodontiti, le carie e altri problemi dentali possono diventare fonte d’infezione, pericolosa per il feto e la mamma. Per gli interventi piú difficili, dopo il primo trimestre di gravidanza il dentista puó utilizzare un basso dosaggio di protossido di azoto, mentre altri tipi di anestetici sono sconsigliati.

L’importanza di curarsi i denti in gravidanza

Per una bocca sana e un sorriso smagliante bisogna lavarsi i denti regolarmente, utilizzare anche il filo interdentale, e spazzolare la lingua per combattere i batteri, e prevenire l’alitosi. Fissare almeno un controllo odontoiatrico nel corso dei nove mesi, e sottoporsi alla pulizia dentale, che rimuove la placca batterica, prevenendo la formazione di carie. Bisogna comunque rivolgersi immediatamente al dentista in presenza di carie dentali e dolori alle gengive. Un nodulo laterale delle gengive, che sanguina durante il lavaggio denti, potrebbe essere un sintomo del granuloma piogenico.

foto: 1.

Le corrette abitudini dentali

Tuesday, March 5th, 2013

disegnoLe ricerche avanzate dall’Associazione Medica Americana e la Societá Cardiaca Americana  dimostrano che esiste una forte correlazione tra le malattie cardiache, le gengive e i denti malati. La proliferazione dei batteri nelle gengive non sane potrebbe, infatti, diffondersi nella circolazione del sangue e interessare anche il cuore. Avere una corretta igiene orale, mantenendo sotto controllo le condizioni delle gengive e dei denti,  aiuta a prendersi cura della propria salute  a 360 gradi. Una bocca sana richiede solamente pochissime cure: una quotidiana igiene orale accurata, dei regolari contolli odontoiatrici e  una dieta equilibrata, basata su alimenti ricchi di latticini, fibra, sali minerali.

Quando si mangiano prodotti alimentari zuccherati, bisognerebbe mangiare anche dei cibi che aumentano la salivazione, in modo tale da poter neutralizzare gli acidi che intaccano lo smalto dentale. É preferibile finire  di bere subito le bevande analcoliche, piuttosto che sorseggiarle a lungo, perché questo favorisce il deterioramneto dei denti, e dopo aver bevuto, bisogna risciacquare la bocca con acqua. L’utilizzo dello spazzolino deve essere sempre affiancato da quello del filo interdentale, per garantire la pulizia quotidiana del cavo orale in maniera efficace. Per eliminare la proliferazione dei batteri, che causano anche l’alitosi, deve essere necessariamente spazzolata la superficie della lingua, perché solamente l’uso del collutorio non é sufficiente per pulire in profonditá.

Le cure dentali fin dai primi dentini

É decisamente importante iniziare, fin dall’infanzia, queste buone abitudini dentali che influenzeranno la vita futura dell’individuo. Fin dall’eruzione dei primi dentini bisognerebbe introdurre l’utilizzo dello spazzolino, e facilitare cosí l’approccio dei bambini a questo oggetto, e abituarli al suo uso quotidiano. Lo spazzolino deve essere specifico: a testina corta e morbida, a punta arrotondata, adatto per la piccola bocca del bambino, in modo tale da non graffiare lo smalto dei denti e non irritare le sue gengive delicate.

prevenzione-dentale

Il contribuo professionale del dentista

Dei controlli dentistici a cadenza annuale sono importanti per la salute dentale dei bambini e degli adulti. Il professionista del tuo sorriso, il dentista, controllerá ed esaminerá scupolosamente lo stato delle tue gengive, dei tuoi denti, per prescrivere eventualmente, in caso di problemi, i trattamenti dentali necessari.

foto: 1. 2.

La qualitá del turismo dentale é garantita?

Friday, March 1st, 2013

pulizia-dentiIl turismo dentale che coinvolge i pazienti provenienti dall’Inghilterra e dagli Stati Uniti d’America é molto frequente. I pazienti decidono di sottoporsi a dei trattamenti dentali low cost in altri paesi del mondo, soprattutto in alcuni paesi asiatici, come in Singapore, in Tailandia, e in India. In Asia é possibile trovare cliniche odontoiatriche che offrono delle cure dentali economiche, a prezzi ridotti a piú della metá rispetto a quelli richiesti per i trattamenti dentali in Inghilterra, e negli Stati Uniti d’America. Si stima che nel 2009 circa 250.000 britannici hanno viaggiato in altri paesi dell’Europa e dell’Asia per risparmiare in modo significativo sulle ormai costosissime cure odontoiatriche.

Ricerche mediche

Il Dr Neil Lunt della Universitá di York effettua delle ricerche nell’ambito della sicurezza garantita o meno dal turismo dentale, ossia quanto sia affidabile questo nuovo modo di concepire un trattamento medico low cost, e anche quale sia l’effettiva proporzione tra risparmio in denaro e la qualitá del trattamento dentale proposto. Attualmente diversi studi suggeriscono che il migliore vantaggio del turismo dentale consiste proprio nel risparmio delle cure mediche. Tra i possibili svantaggi invece bisogna menzionare che, per esempio, i dentisti in Asia adoperano dei materiali odontoiatrici di qualitá scadente, rispetto agli standard europei e americani. É necessario inoltre considerare che i trattamenti di implantologia richiedono un periodo di guarigione di circa sei mesi, e questo significa  che i pazienti dovrebbero viaggiare piú volte in Asia per i successivi controlli, e aggiungere ulteriori costi per il viaggio, il vitto e l’alloggio.

ungheri

Il turismo dentale in Ungheria

 

Periodiche e regolari visite dentistiche potrebbero essere quindi molto dispendiose, e per questo motivo, se si desidera risparmiare, e allo stesso tempo avere garantita la qualitá del trattamento dentistico, una possibile opportunitá é offerta dal turismo dentale low cost in Europa, nello specifico in Ungheria. Questo Paese mitteleuropeo rappresenta in Europa una delle piú popolari destinazioni, dove é possibile sottoporsi a degli eccellenti trattamenti odontoiatrici  particolari, e di routine, operati da dei dentisti professionali altamente qualificati, a dei prezzi low cost assolutamente competitivi.

foto&fonti:

1: http://goo.gl/w9ZpO

1. 2.